Nuovo Provvedimento Unico sul post-trading: testo e relazione illustrativa

Condividi

Pubblicata da Banca d’Italia e Consob la relazione illustrativa relativa al c.d. nuovo Provvedimento Unico sul post-trading (Provvedimento 13 agosto 2018 della Consob e della Banca d’Italia recante disciplina delle controparti centrali, dei depositari centrali e dell’attività di gestione accentrata).

Il nuovo Provvedimento - pubblicato nella Gazzetta ufficiale dello scorso 30 agosto ed entrato in vigore il giorno successivo - sostituisce le disposizioni contenute nel previgente Provvedimento Unico (Provvedimento 22 febbraio 2008 della Consob e della Banca d’Italia recante la disciplina dei servizi di gestione accentrata, di liquidazione, dei sistemi di garanzia e delle relative società di gestione) divenute incompatibili con la disciplina dettata da EMIR, CSDR e dai regolamenti delegati di secondo livello, incluse le disposizioni non più supportate nel TUF da una norma di conferimento di poteri regolamentari alle autorità.

 

Nel dettaglio, le modifiche al quadro normativo secondario sul post-trading producono effetti concreti innovativi esclusivamente su controparti centrali e depositari centrali, mentre la disciplina applicabile a intermediari ed emittenti in virtù del nuovo Provvedimento Unico riproduce la disciplina del previgente quadro normativo, nella misura consentita dall’applicazione diretta delle previsioni di EMIR e di CSDR. Con il medesimo intervento sono state altresì esercitate le rinnovate potestà regolamentari conferite alle Autorità, ivi comprese quelle relative alla disciplina delle modalità di esercizio dei poteri di vigilanza informativa su controparti centrali e depositari centrali.

Si prevede una disciplina transitoria relativamente all’applicazione degli obblighi del nuovo Provvedimento Unico.

 

Scarica qui a fianco il testo e la relazione illustrativa

Topics