Newsalert - Nuovo Codice di condotta ANCIC

Newsalert - Nuovo Codice di condotta ANCIC

Condividi

L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha approvato il Nuovo Codice di condotta (“Codice”) predisposto dall’Associazione Nazionale tra le Imprese di Informazioni Commerciali e di Gestione del Credito (“ANCIC”). 

Il Codice, ai sensi dell’art. 20 del D. Lgs. 10 agosto 2018 n. 101, introduce maggiori tutele per i soggetti censiti, prescrive il compimento di valutazione di impatto sulla protezione dei dati ai sensi dell’art. 35 del Regolamento UE n. 679/2016 (“GDPR”) e, adeguandosi alle best practices europee, istituisce un nuovo organismo di monitoraggio sulle imprese aderenti. 

Il Codice permette alle società che offrono servizi di informazioni sull’affidabilità commerciale di imprenditori e manager - fermo il rispetto del principio di accountability – di trattare i dati personali dei soggetti censiti senza richiederne il consenso, ma utilizzando, quale base giuridica, il proprio legittimo interesse. Quest’ultimo, in ogni caso, dovrà garantire maggiori tutele agli interessati (sia nel momento dell’informativa sia in quello di esercizio dei diritti riconosciuti dalla normativa).

I soggetti aderenti dovranno, tra l’altro, (i) operare secondo un approccio basato sul rischio, adottando misure tecniche, informatiche, procedurali, fisiche e organizzative utili a prevenire o minimizzare i rischi connessi al trattamento; nonché (ii) impegnarsi ad osservare le linee guida, le raccomandazioni e le best practices adottate dal Comitato europeo per la protezione dei dati (“EDPB”) o da altre autorità di settore competenti; (iii) designare un responsabile per la protezione dei dati (“DPO”).

Il Codice, infine, prevede l’istituzione di un Organismo di monitoraggio (“ODM”) indipendente, esterno all’ANCIC, composto da soggetti scelti secondo i criteri di onorabilità, autonomia, indipendenza e professionalità previsti dal GDPR e dettagliati nelle Linee guida europee recentemente approvate in via definitiva. L’ODM dovrà verificare l’osservanza del Codice da parte degli aderenti e gestire la risoluzione dei reclami.

Il Garante ha chiarito che l’efficacia del Codice è subordinata all’accreditamento dell’ODM come previsto dal GDPR, secondo i criteri che verranno definiti dall’EDPB.

Il Codice di Condotta appena approvato sostituisce e aggiorna il vecchio Codice deontologico sulle informazioni commerciali (c.d. Codice A7) che rimarrà comunque in vigore fino al 19 settembre 2019.

Vai al Nuovo Codice di condotta

Topics