Newsalert - I nuovi RTS per i repertori di dati sulle cartolarizzazione e la guidance ESMA sulle domande di registrazione

Newsalert - I nuovi RTS per i repertori di dati sulle cartolarizzazione e la guidance ESMA sulle domande di registrazione

Condividi

La Commissione UE, in data 29 novembre, ha pubblicato la bozza finale di due regolamenti delegati contenenti i regulatory technical standard (RTS) per i repertori di dati sulle cartolarizzazioni ai sensi del Regolamento Securitisation (Regolamento (UE) 2017/2402). Entrambi i regolamenti devono ora essere valutati dal Parlamento e dal Consiglio UE, per poi essere pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Il primo regolamento attua la delega contenuta negli articoli 10(7) e 17(2) del Regolamento Securitisation specificando:

  1. i dettagli delle procedure che i repertori di dati sulle cartolarizzazioni devono applicare per verificare la completezza e la coerenza delle informazioni messe a loro disposizione, nonché i dettagli della domanda di registrazione e della domanda semplificata di estensione della registrazione;
  2. le informazioni relative alle cartolarizzazioni che il cedente, il promotore o la SSPE forniscono per adempiere ai loro obblighi di trasparenza; gli standard operativi richiesti per consentire la raccolta dei dati e la loro aggregazione e comparazione; i dettagli delle informazioni a cui devono avere accesso il cedente, il promotore o la SSPE, tenuto conto dei rispettivi mandati e delle rispettive necessità specifiche, e i termini e le condizioni per garantire loro accesso diretto e immediato ai dati registrati.

Scopo del regolamento delegato è quello di garantire la qualità dei dati, la standardizzazione e la sicurezza dei trasferimenti di dati e la semplificazione dell’accesso. 

Il secondo regolamento delegato specifica, invece, il contenuto della domanda di registrazione come repertorio di dati sulle cartolarizzazioni e della domanda semplificata di estensione della registrazione.

Al fine di ridurre al minimo il rischio di costi aggiuntivi per gli operatori di mercato, le nuove regole si basano su infrastrutture, processi operativi e formati preesistenti introdotti con riguardo alla segnalazione di operazioni di finanziamento tramite titoli e contratti derivati ai trade repository. Nella medesima ottica, ed evitare così duplicazioni a livello informativo, le società già registrate ai sensi dell’EMIR o del SFTR dovranno presentare una domanda in forma semplificata comprensiva solo degli ulteriori elementi richiesti dal Regolamento Securitisation.

In sintesi, i repertori dovranno dimostrare sufficienti conoscenze e capacità nel gestire i dati relativi alle cartolarizzazioni, anche sotto il profilo dell’adeguatezza dello staff e dei sistemi di controllo interni. Vengono inoltre dettate specifiche disposizioni per lo svolgimento di attività accessorie, al fine di garantire la segregazione operativa delle informazioni relative alle cartolarizzazioni. 

Sempre con riferimento ai repertori dei dati sulle cartolarizzazioni, l’ESMA lo scorso 2 dicembre ha pubblicato una guida pratica sulla registrazione, al fine di fornire alle società che intendano registrarsi ai sensi del Regolamento Securitisation tutte le informazioni necessarie su termini e modalità di application.

Topics

Aree di attività