Newsalert - Fonti rinnovabili. Sottoposta al vaglio della Corte Costituzionale, la “sanatoria” delle convenzioni di natura compensativa introdotta dalla finanziaria 2018

Newsalert - Fonti rinnovabili. Sottoposta al vaglio della Corte Costituzionale, la “sanatoria” delle convenzioni di natura compensativa introdotta dalla finanziaria 2018

Condividi

Con ordinanza del 27 dicembre 2019, la V sezione del Consiglio di Stato ha rimesso alla Corte Costituzionale la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 953, della l. 30 dicembre 2018, n. 145 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021) che aveva stabilito: che i proventi economici pattuiti tra gli operatori e gli enti locali sul cui territorio insistono impianti alimentati a fonti rinnovabili, in base ad accordi stipulati prima del 3 ottobre 2010, restavano acquisiti ai bilanci degli enti stessi e che gli accordi medesimi mantenevano piena efficacia.

Guarda l'analisi del nostro dipartimento Energia.

Topics

Settori industriali