Newsalert - Corte di Giustizia UE: gli Stati Membri devono prevedere l’obbligo per i datori di lavoro di adottare un sistema di registrazione dell’orario giornaliero

Newsalert - Corte di Giustizia UE: gli Stati Membri devono prevedere l’obbligo per i datori di lavoro di adottare un sistema di registrazione dell’orario giornaliero

Condividi

La Corte di Giustizia, con la sentenza resa il 14 maggio 2019 (causa C-55/18, Federación de Servicios de Comisiones Obreras (CCOO) / Deutsche Bank SAE), ha statuito l’obbligo per gli Stati Membri di prevedere che i datori di lavoro adottino un sistema di registrazione dell’orario di lavoro giornaliero svolto da ciascun lavoratore.

Più nello specifico, la Corte di Giustizia ha rilevato che la normativa spagnola che non prevede un obbligo di registrazione “oggettivo, affidabile e accessibile” delle ore di lavoro giornaliere e settimanali effettivamente svolte è in contrasto con le direttive in materia di orario di lavoro (Direttiva 2003/88/CE) e di sicurezza e salute dei lavoratori (Direttiva 89/391/CEE).

La predetta sentenza potrà avere ricadute anche sui datori di lavoro italiani

 

Per un'analisi in materia, scarica il Newsalert del Dipartimento Diritto del Lavoro

Topics

Aree di attività