Linee Guida EBA sulle pratiche di gestione delle esposizioni deteriorate

Linee Guida EBA sulle pratiche di gestione delle esposizioni deteriorate

Condividi

La European Banking Authority (EBA) ha pubblicato in data 31ottobre 2018 la versione finale delle Linee guida sulla gestione delle esposizioni deteriorate e soggette a forbearance

Il documento, elaborato conformemente al piano di azione del Consiglio europeo del luglio 2017 e a seguito della consultazione che si è svolta dall’8 marzo all’8 giugno 2018, mira ad assicurare che le banche dispongano di adeguati strumenti e sistemi per gestire in maniera efficace le esposizioni deteriorate (non performing exposures, “NPE”) e per ridurre in maniera sostanziale la loro presenza nei bilanci.
A tal fine, l’EBA richiede alle banche di introdurre strategie per la riduzione delle NPE e requisiti di governance e operativi a sostegno delle stesse.

Più nel dettaglio, le Linee guida: 

  • individuano pratiche in materia di gestione dei rischi nell’ambito della gestione delle NPE e delle esposizioni soggette a forbearance (forborne exposures, “FBE”), compresi requisiti in materia di strategie per la riduzione delle NPE, governance e funzionamento dei quadri operativi per le NPE, sistemi di controllo interno e monitoraggio;
  • stabiliscono i requisiti per i processi finalizzati all’individuazione delle NPE e delle FBE, nonché un processo per la concessione delle misure di forbearance. Nello specifico, gli enti dovrebbero concedere misure di forbearance solo con l’obiettivo di ricondurre il debitore ad uno status in bonis sostenibile, nell’interesse di quest’ultimo;
  • introducono una soglia pari al 5% del coefficiente lordo di NPL, al superamento della quale scatta l’obbligo per gli istituti di credito di elaborare delle strategie in materia di NPE e applicare i connessi strumenti operativi e di governance previsti dalle linee guida;
  • i requisiti che le autorità competenti devono verificare per valutare la gestione delle NPE e FBE nell’ambito del processo di revisione e valutazione prudenziale (Supervisory Review and Evaluation Process, SREP).

Rispetto al documento di consultazione, l’EBA, in più punti, ha meglio chiarito il criterio di proporzionalità che dovrà guidare l’applicazione delle Linee guida, fornendo, ove possibile, esempi concreti relativi ad enti di piccole dimensioni e meno complessi.

Le Linee guida si applicheranno a partire dal 30 giugno 2019.

Scarica qui le Linee Guida EBA

Topics

Aree di attività