Borsa Italiana - Nuova edizione del Codice di Autodisciplina: raccomandazioni in materia di diversità di genere

Condividi

Pubblicata in data 17.7.18 la nuova edizione del Codice di Autodisciplina della Borsa Italiana, che introduce delle nuove raccomandazioni in materia di diversità di genere.

Le novità si articolano secondo i tre livelli che compongono tipicamente il Codice: principi, criteri applicativi e commento.

Il nuovo principio raccomanda agli emittenti di applicare criteri di diversità, anche di genere, per la composizione sia del consiglio di amministrazione che del collegio sindacale e il relativo criterio applicativo traduce tale principio nel senso di prevedere che almeno un terzo del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale debba essere costituito dal “genere meno rappresentato”, promuovendo così il mantenimento volontario degli effetti della c.d. legge “Golfo-Mosca” (legge 12 luglio 2011, n. 120).

Il commento alle nuove raccomandazioni suggerisce agli emittenti, anche tenuto conto dei propri assetti proprietari, di applicare lo strumento ritenuto più idoneo a perseguire tale obiettivo, adottando clausole statutarie e/o politiche di diversità e/o orientamenti agli azionisti e/o la lista presentata dal consiglio uscente. Gli emittenti, inoltre, dovranno richiedere a chi presenta una lista per la nomina del consiglio di amministrazione o del collegio sindacale di fornire adeguata informativa, nella documentazione presentata per il deposito della lista, circa la rispondenza o meno della lista stessa all’obiettivo di diversità di genere individuato dall’emittente.

Il Comitato auspica che gli emittenti adottino misure per promuovere la parità di trattamento e di opportunità tra i generi all’interno dell’intera organizzazione aziendale, monitorandone la concreta attuazione.

Gli emittenti sono invitati ad applicare le nuove raccomandazioni del Codice dal primo rinnovo delle cariche sociali successivo alla cessazione degli effetti della richiamata legge “Golfo-Mosca”.



Scarica qui a lato il nuovo Codice di Autodisciplina della Borsa Italiana